Home » Articoli & News » L’appello di Luxuria: Non amateci solo di nascosto

L’appello di Luxuria: Non amateci solo di nascosto

Vladimir Luxuria

Vladimir Luxuria

A qualcuno piace trans. Non è la grande scoperta da brevettare, ma una semplice constatazione: ci sono uomini (la maggioranza) a cui piacciono solo le donne e altri (una minoranza) a cui piacciono sia le donne sia le trans. Ho precisato che si tratta di una minoranza perché, quando scoppiano i casi mediatici, come questo su Piero Marrazzo, si tende ad avere percezioni falsate.

È vero che ci sono file di auto sui viali dove le trans si prostituiscono, e che non mancano annunci di massaggiatrici tali, ma è altrettanto vero che quasi sempre questo è l’unico modo in cui un uomo può soddisfare questa sua voglia; mi piacerebbe un mondo in cui le trans potessero svolgere più di frequente un altro lavoro ed essere corteggiate in un ufficio come accade alle donne tali per nascita, un mondo in cui nessuno si debba vergognare per i suoi gusti sessuali ed essere ostaggio del giudizio morale o di ricatti di carabinieri o paparazzi.
Chi è attratto da noi non smette, per questo, di essere attratto anche dalle donne, che sia già impegnato in un matrimonio o fidanzamento o che sia single, che si tratti di un’avventura una tantum, di relazioni più frequenti o di legami sentimentali.

È tanto vero questo che donne e trans si litigano il marciapiede perché sanno che potrebbero entrare in competizione per lo stesso cliente, magari più incline a una ricerca di tipo estetico che genitale. Ho letto molte stupidaggini sui giornali in questi giorni, una di quelle che mi fa più sorridere è che a quelli di destra piacciono le donne e a quelli di sinistra le trans. I gusti sessuali non dipendono mica dalla tessera di partito che si ha in tasca, anzi, visto che viviamo sommersi da banalità e luoghi comuni, urge precisare che non dipende neanche dall’essere o meno vegetariani o dall’aria inquinata che si respira.

Forse sulla categoria dei fruitori del piacere trans si può dire che c’è il più grande accordo bipartisan, non solo il superamento delle appartenenze politiche ma anche il superamento della lotta di classe: non solo presidenti, politici, calciatori, manager ma anche operai, idraulici o semplici militari. La nostra risorsa è quella di usare con più scaltrezza le armi della seduzione perché a noi la femminilità non ce l’ha regalata madre natura ma ce la siamo dovuta conquistare giorno per giorno.

di Vladimir Luxuria