Home » Articoli & News » Luxuria. Lezione di civiltà

Luxuria. Lezione di civiltà

Vladimir ad Anagni

Vladimir ad Anagni

Vladimir Luxuria è venuta ad Osteria della Fontana. Ha presentato il suo libro. Ma non solo. Ha anche dialogato coi presenti sulle diversità. Sulla scrittura. Sulla politica. Novanta minuti molto piacevoli. Nessuna parolaccia. Nessuno strip. Nessuno scandalo. Passata la paura? Sentite ancora salde le radici della vostra cultura? Della vostra cattolicità? Complimentissimi sinceri ai giovani della Guerra di Piero, capaci con pochissimo di fare cultura. Di promuovere dialogo, conoscenza ed informazione. Di riempire la sala banchetti delle Mimose di Osteria della Fontana all’inverosimile.

E vergogna a voi. Che vi siete fatti venire i brividi per ignoranza. Che vi scandalizzate per un Luxuria ad Anagni e poi fate l’alba alla ricerca del canale perfetto, col porno più arrapante. E vergogna, tanta vergogna, al signor maschio uomo (lo dico per salvaguardare le sue origini) sindaco Carlo Noto. E tanta tanta vergogna ancora alla masnada di fascisti primitivi che non sa dialogare. Che teme il confronto. Che non conosce educazione nè tolleranza.

Domenica 13 costoro, in un’orgia d’ipocrisia bigotta, sfileranno per le strade del paese con le torce accese. In difesa del crocifisso. Io mi auguro che si vestano in modo appropriato, per l’occasione. Col cappuccio bianco. Una bella croce color rosso fuoco sul petto. E tre belle KKK marchiate a fuoco sul cuore. Onore e fedeltà, come dice il ciarra.

La chiesa apprezzerà.

Ave

Fonte: anagni.blogolandia.it