Home » Articoli & News » Gaywave intervista Vladimir Luxuria: i diritti, le icone, Sanremo!

Gaywave intervista Vladimir Luxuria: i diritti, le icone, Sanremo!

Articolo uscito su Gaywave.it:

Sono molto onorato di intervistare, ad un anno esatto dal mio approdo su questo blog, una delle personalità più importanti del nostro Paese che vanta un’esperienza politica alle spalle, oltre che una carriera sul piccolo e grande schermo: per la comunità lgbt invece Vladimir Luxuria rappresenta una delle anime dell’attivismo, una paladina dei diritti delle minoranze.
Ho deciso di intervistare la vincitrice della scorsa edizione dell’Isola dei Famosi in primo luogo per tracciare la situazione delle unioni civili in Italia e soprattutto per parlare della vicenda di Manuel e Francesco, la coppia gay di Savona che da ormai oltre venti giorni sta intraprendendo lo sciopero della fame per invitare il Parlamento a calendarizzare una proposta di legge che tuteli le coppie di fatto.
Ma innanzitutto parliamo di un piccolo caso televisivo, che in un primo tempo ci ha fatto gridare allo scandalo:

1. Vladimir Luxuria, Mediaset ha deciso di multare la trasmissione Pomeriggio 5 di Barbara D’Urso per la puntata del 21 settembre 2009, durante la quale parlava del suo cambio di sesso: la rete ha trovato i contenuti inappropriati per la fascia pomeridiana.
Qual è il suo pensiero in proposito?

Ma è vero? mi sembra molto strano… ho contattato Barbara d’urso che ha categoricamente smentito questa notizia. Credo di essermi posta in merito a qualsiasi argomento in toni costruttivi e mai volgari. Sarebbero ben altre le offese da multare…

2. Alessandro Cecchi Paone ha detto che in televisione oggi ci sono molti omosessuali. Com’è mostrata in televisione l’omosessualità?

Per fortuna oggi la si mostra… non dimentichiamo che fino a non moltissimo tempo fa era argomento tabù. Il problema è la sua rappresentazione, la maggior parte dei gay non è effeminata eppure, a parte eccezioni come Cecchi Paone o Grillini, è quella più invitata. Io non dico di censurare gli effeminati (che tra l’altro il WWF dovrebbe tutelare come specie protetta che compare molto in tv ma scompare sempre più nella comunità) ma diamo spazio anche a gay casual, macho…il problema è che il gay insospettabile è più inquietante, meno rassicurante, il pericolo nascosto secondo troppi etero con troppi problemi! Altra cosa è la questione trans che è molto diversa da quella gay, in questi casi sarebbe bello avere in tv anche tutte quelle trans dignitose, diurne, pacate.

3. Quali sono per Vladimir Luxuria le icone gay?

Ci sono icone gay che sposano anche le nostre cause come Barbara Streisand in prima fila ai Pride americani, e altre che piacciono come artisti ma che o non si espongono sui nostri diritti o addirittura ne sono contrarie. Purtroppo i vari inviti a boicottarle non sono andati mai a buon fine in Italia, negli Stati Uniti si.
4. Perchè i mass media stanno dedicando poco spazio alla vicenda di Manuel e Francesco, la coppia gay di Savona che vuole il riconoscimento dei diritti e che da oltre venti giorni sono in sciopero della fame (ora continuato dal solo Francesco)?

Perché sul tema delle unioni civili è calata una trapunta di silenzio. Molto grave ignorare un gesto così estremo, disperato e politico al tempo stesso. Mi sento spesso con loro (qualche volta ci ho litigato e minacciato di chiamare i carabinieri se non mangiavano almeno qualcosa… sentirli con la voce debole senza neanche la forza di digitare una mail mi ha molto preoccupata!).Ringrazio Sposini su RAI 1 che ha dedicato un ampio spazio a loro con me, la Concia, la Mussolini e altri in studio.

5. Credi che lo sciopero della fame sia una forma di protesta legittima o lo trovi autodistruttivo?

Lo sciopero della fame, da Gandhi ai radicali, è una legittima e non violenta forma di protesta. L’importante è non rimetterci le penne e capire il limite della resistenza fisica.

6. Un’ultima domanda: perchè non è stata accettata la canzone per Sanremo e di cosa parlava?

Una canzone sulla memoria… molto bella e adatta al Festival. Ci sono vari motivi: il fatto che io non sia conosciuta da un punto di vista canterino, il sovraffollamento di proposte… mi rifiuto di pensare ad altre ragioni non legate alla qualità della proposta.

Ringrazio Vladimir Luxuria per la cortese disponibilità.