Home » Articoli & News » Marrazzo, sogno la prima inchiesta sui trans

Marrazzo, sogno la prima inchiesta sui trans

ROMA – «Sarebbe interessante se facesse la prima inchiesta sul mondo dei transessuali». Sul ritorno di Piero Marrazzo scherza ma non troppo Vladimir Luxuria da Foggia, 45 anni, ex parlamentare, ormai personaggio televisivo e, quindi, fra i transgender più famosi d’Italia.

Praticamente impossibile che la Rai gli dia il permesso per girare una docu-fiction sui trans.

«Certo, però sarebbe un segnale. Invece il fatto che Marrazzo torni a fare il suo lavoro, senza andare in video, è una mezza sconfitta».

Perché?

«Lui ha pagato, si è dimesso e non si è ricandidato alle regionali. Ha subìto un ergastolo mediatico: io credo che fare affari con i mafiosi sia reato, non andare a trans. Per quello, deve rendere conto solo alla moglie, che l’ha perdonato, e ai figli».

Crede che la gente sia in grado di metterci una pietra sopra?

«Marrazzo è la parte lesa: su di lui si è infierito. Credo che il pubblico ci abbia messo una pietra sopra». (M.Gal.)

Fonte: leggo.it