Home » Cultura & Spettacolo » Successo per il III Premio La Notizia. Ospiti d’eccezione, Carla Fracci e Vladimir Luxuria

Successo per il III Premio La Notizia. Ospiti d’eccezione, Carla Fracci e Vladimir Luxuria

Fonte: comune.sancesareo.it

III Premio La Notizia’: un successo annunciato. Giovedì 24 giugno a ricevere l’ambito riconoscimento a San Cesareo, sul palco allestito in località ‘La Villetta’, nomi importanti del mondo dello spettacolo a partire da Carla Fracci, la più grande ballerina della storia, continuando con Adriana Pannitteri, bravissima giornalista del TG1, Laura Lattuada, attrice e conduttrice televisiva, Sofia Scandurra, regista e sceneggiatrice, e la simpaticissima Vladimir Luxuria. D’altro canto quando Antonio Gamboni, direttore del settimanale prenestino ‘La Notizia’ e ideatore del premio, organizza è impossibile che non faccia centro. Nel corso della serata è stato presentato uno straordinario libro fotografico dal titolo ‘Donne a lavoro’ che racchiude le immagini della splendida mostra ospitata per diverso tempo presso la biblioteca comunale di San Cesareo e curata dalla bravissima Serenella Loreti (Video’s Company).

A confermare l’alto spessore della mostra il Ministro alle Pari Opportunità Mara Carfagna che ha curato personalmente la prefazione del libro e che per impegni di Governo non ha potuto essere presente. A chiudere in bellezza, il concerto di Kay McCarthy Ensemble, tra le massime esponenti ed interpreti della cultura celtica. Un evento unico per San Cesareo cui hanno dato il loro sostegno l’Amministrazione comunale e il Consorzio Industriale di San Cesareo. “Nell’anno del ventennale della fondazione del nostro Comune- ha dichiarato il sindaco Pietro Panzironi- abbiamo voluto ospitare questo importante premio ideato e curato con grande amore dall’amico Antonio Gamboni. Vedere oggi sul palco personalità così importanti del mondo dello spettacolo ci riempie di orgoglio e danno lustro al nostro amato paese”.

Il ‘Premio La Notizia’, è rivolto a personalità del mondo della Cultura, dell’ Archeologia e dello Spettacolo ed è stato ritirato già nei precedenti anni da personalità come  Valerio Massimo Manfredi, archeologo, scrittore di romanzi storici e presentatore, Giuseppe Claudio Infranca, architetto e archeologo, esperto di restauro di beni archeologici,  Luisa Busi  e Tiziana Ferrario, note giornaliste del Tg1, Enzo De Caro, attore e sceneggiatore, indimenticabile fondatore del trio La Smorfia con Arena e Trosi, Kay Mc Carthy, cantautrice e musicista, ambasciatrice della musica celtica nel mondo. Offerto da Antonio Gamboni, il premio consiste in uno specchio e un gioiello in oro, realizzato in puro stile etrusco con tecnica granulare originale dai Ceretti Orafi, vanto del’artiginatao artstico prenestino e ambascaitori del made in Lazio in tutto il mondo, con particolare successo in Giappone.