Home » Articoli & News » Ciao Marcella

Ciao Marcella

Cara Marcella,

devo imparare a convivere con questo vuoto ossessivo della tua assenza,

devo deglutire le lacrime quando passeggio sotto i portici di Bologna e ogni angolo mi parla di te.

Mi mancherà la tua voce tonante,
il cuore di chi ha tanto sofferto e ha lottato affinché altre e altri non patissero la stessa solitudine.

Adesso sono io a sentirmi più sola,
mentre accarezzo la collana di corallo di pelle d’angelo che tu mi regalasti,
perché volevi che la indossassi io,
così come ti accarezzavo le braccia e le mani sempre curate quando eri ricoverata all’hospice di Bentivoglio.

Mi mancheranno le tue immanmcabili telefonate dopo ogni mia presenza tv per complimentarti o per rimproverarmi affettuosamente.

Tu mi amavi,
“piccina mia” mi dicevi al telefono,
e mi hai sempre sostenuta con forza e difesa.

Mi mancheranno le nostre tavolate al “Pirata” dopo ogni iniziativa,
mangiavi di gusto come hai vissuto di gusto, appieno, una vita intensa, utile.

Cara Marcella,

ci lasci in un mondo dove si fanno più passi indietro che avanti
per quello che riguarda la dignità della nostra comunità,
ti prego,
lasciaci un po’ della tua forza per lottare.

Con dolore,

la tua amica

la tua piccina

Vladimir Luxuria