Home » Speciali » Per sposarmi aspetto l’uomo giusto

Per sposarmi aspetto l’uomo giusto

Vladimir si confessa per il magazine Vip.  Un’intervista tra il serio e il faceto durante le prove di nozze nel programma Caternoster.

Un’intervista di Susanna Marinelli

Guarda l'articolo originale in PDF

Guarda l'articolo originale in PDF

In attesa di incontrare la persona adatta, la transgender più famosa d’Italia si diverte a fare le prove per il giorno del sì

Con le nozze, Vladimir Luxuria … ci va a nozze! Mentre aspetta che il grande giorno arrivi per davvero, la quarantacinquenne vincitrice dell’Isola dei Famosi 2008 ed ex membro del Parlamento Italiano, fa le prove generali con l’abito bianco. Brillante, simpatica e spigliata come al solito,  la transgender più famosa ed affascinante in circolazione parla a Vip di se stessa tra passato, presente e futuro, ovviamente senza troppi peli sulla lingua…

Vladimir, sappiamo che queste tue immagini in abito da sposa sono una provocazione, ma tu il matrimonio lo sogni sul serio?

Io dico che non bisogna mai smettere di sognare, di crederci… Se troverò l’uomo giusto o se l’uomo giusto troverà me, perché no? Non escludo che mi piacerebbe ufficializzare una mia relazione sentimentale, tanto ormai agli etero del matrimonio, soprattutto quello in chiesa , non importa più un tubo. Siamo rimasti noi trans e lesbiche a volerlo di più.

Allora ti sarai sentita emozionata, quando hai indossato l’abito bianco..

Ma certo, il velo, il bouquet, i preparativi mi hanno entusiasmata. Quando mi sono guardata allo specchio, mi sono detta: peccato che non sia vero!

Non pensavamo che fossi così tradizionalista…

Ma io sono una trasgressiva-tradizionalista. Dico sempre che se non fossi stato una transgender, sarei stata un’eroina ottocentesca. Sono attaccata alla famiglia: devo sapere sempre cosa fanno mia madre, mio padre, mia sorella e mio fratello e sono pronta a correre per risolvere qualunque problema. D’altronde sono un Cancro ascendente Vergine. Meno male che c’è la Vergine a tenermi ancorata a terra, altrimenti sarei peggio di una mongolfiera, come i soggetti dei quadri di Marc Chagall, che volano sempre.

Tornando al matrimonio, ti faresti da sola il rnake- up per il grande giorno?

No, no, meglio scegliere un buon make -up artist e stare attenti a fargli usare soltanto dei prodotti water proof, altrimenti per le lacrime di commozione si rischia di imbrattarsi il viso e di apparire, poi, come Brandon Lee nel film Il Corvo.

Tutti questi preparativi e poi magari il matrimonio dura solo un anno e mezzo…

Se ti dice bene! So di matrimoni che sono durati meno di uno yogurt. Che vuoi, adesso c’è anche il precariato dei sentimenti …

Tu giri per strada senza trucco?

Come no, non sono uno di quei personaggi che senza make-up sono irriconoscibili. A volte cèrte tizie mi fermano e mi salutano ed io nemmeno le riconosco: tra il photoshop e il trucco certa gente si ridisegna il volto… lo non sono schiava di queste cose.

Dopo il seno e il naso, hai intenzione di rifarti qualche altra parte del corpo?

Una delle mie preghiere è che io possa avere la forza di cambiare quel che posso e di accettare il resto. Non mi dispiacerebbe dare un adeguamento al mio lato b, che ultimamente risente della forza di gravità di Newton, però dovrei farlo in un periodo in cui sono libera dal lavoro.

Tra breve, invece, sarai impegnatissima…

Sì, il la novembre riprendo a Fano la mia tournée teatrale Persone Naturali e Strafottenti, in cui sarò la trans Maria Callàs , con l’accento sulla a,alla napoletana.

Con gli anni, i tuoi gusti in fatto di uomini sono cambiati?

Sì, prima mi piacevano quelli giovani, adesso quèlli più vecchi tipo Richard Gere o Sean Connery, così non gli devi spiegare nulla.

Di solito gli uomini come fanno a farti capire che gli piaci?

Io divido la mia vita in A. P. ovvero ante popolarità e P. P. post popolarità. Prima mi facevano avances spinte, volgari … Un transessuale non te lo immagini che fa la spesa, ma sempre a letto. Io sono una transessuale, non sono una maniaca sessuale! Da quando sono diventata famosa , invece, sono tutti più cauti, tattici, han vanno al sodo. Si è alzato un muro e tante volte devo farmi avanti io, sennò facciamo notte.

Fatti una domanda da sola e risponditi…

Cosa vuoi dire essere trans?
Significa in divenire, evolvere , mai devolvere!