Home » Articoli & News » Il Governo italiano boccia la legge anti-omofobia

Il Governo italiano boccia la legge anti-omofobia

fonte: funkhauseuropa.de

Un iter tortuoso che dura da quasi tre anni quello della legge che prevede pene specifiche per le aggressioni ai danni di omosessuali e transessuali in Italia. L’ennesima bocciatura ha portato la sua iniziatrice, la parlamentare democratica Anna Paola Concia, alle dimissioni da relatrice principale, lasciando il posto a Enrico Costa del Pdl, che redigerà il nuovo testo di legge entro la prossima votazione, prevista per lunedì. L’onorevole Concia, unica omosessuale dichiarata in Parlamento e vittima poche settimane fa di un’aggressione verbale per le strade di Roma, sostiene ai nostri microfoni la necessità della legge. Di altra opinione è l’onorevole cattolico dell’Udc Paola Binetti, mentre l’ex parlamentare transgender Vladimir Luxuria sostiene che la società civile italiana è, a suo avviso, più tollerante della sua classe politica.