Home » Cultura & Spettacolo » Vladimir Luxuria presenta “Eldorado” a Foggia

Vladimir Luxuria presenta “Eldorado” a Foggia

Fonte: foggiatoday.it

5 Luglio ore 20:30
Presso Chiostro Santa Chiara
Via Arpi, Foggia(Mappa)

L’artista torna a Foggia al Chiostro S. ChiaraRaffaele Palumbo, per gli amici Raffa, sarei potuto nascere a Hollywood, ma sono nato a Foggia”. In una frase del romanzo, pronunciata dal protagonista, si può leggere un piccolo self-portrait dell’autrice. Fulminante, ironico, genuino. Tutte qualità ormai comuni per descrivere Vladimir Luxuria, protagonista del cartellone di Foggia Estate 2011.

Venerdì 15 luglio, alle ore 20.30, la trans-gender più famosa d’Italia presenta il suo ultimo romanzo, Eldorado (Bompiani), nel cortile all’aperto del Chiostro di Santa Chiara. L’incontro, in anteprima regionale nella città che ha dato i natali all’artista foggiana, apre il suo tour di presentazione nel Meridione. Inserito nel programma estivo del capoluogo dauno, l’evento è organizzato dalla Libreria Ubik, dal team di SpazoioBaol.com e dall’associazione culturale Liberamente.

Eldorado (Bompiani, 2011; collana: Narrativa italiana; 266 pagine; € 17,50). All’ingresso, c’è scritto Hier macht es gut. Significa Qui lo si fa bene, ed è il marchio distintivo di uno dei locali più affascinanti della Berlino anni ’30, L’Eldorado. Qui, Franz, Karl e Raffaele sono le tre “sorelle” del famoso trio en travesti Die Schwestern: Rebecca, Ingrid e, per un’unica, scottante volta, Anita. L’esibizione del foggiano Raffaele infatti, emigrato in Germania in cerca di fortuna, dura una notte soltanto. Gli anni non sono quelli giusti. L’irruzione delle SS, la reclusione, la violenza. Il rimpatrio, per lui. La tortura e la deportazione ad Auschwitz per gli altri due. Ma questo è soltanto il flashback centrale del romanzo di Vladimir Luxuria. Nei ricordi di Raffa, anziano omosessuale, artista e ormai acclamata “Nonna Wanda”, scorrono immagini differenti: struggenti, divertenti, appassionate. C’è Foggia, soprattutto. Ma c’è anche uno spaccato storico importante, fatto di intolleranza ed odio. Quando il protagonista comincia a ricordare, ha appena subìto un’aggressione da parte di un giovane delinquente, in una Milano benestante e apparentemente moderna. Alla sua maniera – come si legge nella quarta di copertina – Luxuria torna con un romanzo ironico e intelligente, che con grande pudore denuncia le umiliazioni estreme subìte dagli omosessuali in uno dei momenti più bui della storia umana, ma ci ricorda anche che la vita ha in serbo sempre grandi sorprese, fosse pure per chi ha molto sofferto.

Vladimir Luxuria. Nata a Foggia nel ’65 come Vladimiro Guadagno, è oggi la trans-gender più famosa d’Italia. Chi ha paura della Muccassassina? è il titolo della sua autobiografia pubblicata nel 2007 da Bompiani. All’attività nel mondo dello spettacolo, ha sempre affiancato una grande partecipazione in favore dei diritti civili di tutte le minoranze. Nel 2006, per Rifondazione Comunista, è stata eletta in Parlamento, prima trans-gender della storia. Nel 2008 ha vinto L’isola dei Famosi, reality show condotto da Simona Ventura. Nel 2009 ha pubblicato sempre con Bompiani il libro Favole non dette.