Home » Cultura & Spettacolo » A Teatro paghi con vino, olio e formaggio

A Teatro paghi con vino, olio e formaggio

Una veduta su Manciano (GR)

A Manciano (Grosseto), dal 12 al 18 settembre 2011 si terrà un festival di teatro giunto ormai alla sua quinta edizione con la sua formula anticrisi: “A Veglia, a Teatro col Baratto”, che vuol dire col baratto? Costo del biglietto: Olio, Formaggio, vino e altri prodotti della terra. Inoltre è necessario portarsi la sedia, perchè a Manciano il teatro si svolge fuori dal teatro. Vladimir ci sarà il 17 settembre dalle 18:00.
Per maggiori informazioni consultate il programma di seguito al comunicato.

Comunicato Stampa:

A VEGLIA, A TEATRO COL BARATTO
Raccontare Teatro. Opera prima
Direzione ar tistica Elena Guerrini
Manciano (Grosseto), 12-18 settembre 2011, quinta edizione

Il teatro può essere anticrisi? Sì, lo dimostra Il Festival a Veglia, arrivato quest’anno alla quinta edizione. In tempi di tagli alla cultura, la formula semplice, duttile (ed economica) inventata da Elena Guerrini, ripropone – rinnovandola nei contenuti – una tradizione tipica della Maremma toscana: quella del racconto fuori della porta di casa o sull’aia, che dava il senso di appartenenza alla comunità. Così l’attrice, autrice e regista mar emmana porta il teatro nelle case e nelle piazzette, che diventano la scenografia degli spettacoli. E anche il biglietto diventa speciale: gli attori sono pagati, come allora, con il baratto: una bottiglia d’olio extravergine o di vino doc, una forma di pecorino. Questo “teatro fuori dal teatro” ha affascinato in questi anni molti personaggi dello spettacolo – l’anno scorso hanno partecipato Marco Paolini e Simone Cristicchi – e coinvolto un pubblico sempre più vasto.

Per l’edizione 2011, in tempi di ripensamento dei modelli su cui è cresciuta la nostra società, il tema scelto è quello dell’“opera prima”, che ci può dare idee, entusiasmi, passioni su come ricominciare. Così rivivranno nei vicoli e nei poderi di Manciano il loro debutto teatrale, aderendo generosamente all’iniziativa, un grande maestro e affabulatore del teatro d’avanguardia come Giuliano Scabia, un noto critico teatrale come Renato Palazzi, che si è “scoperto” interprete oltre che scrittore reinventando Goethe, e il cantore creativo della tradizione yiddish Moni Ovadia, che racconterà i suoi esordi in un monologo creato ad hoc per il Festival. Accanto a loro, Fiorenza Menni ripropone i monologhi del suo primo teatro civile, e una straordinaria outsider come Vladimir Luxuria rivivrà nelle vesti di attrice il suo primo spettacolo ai tempi dello storico locale gay e trasgender “Muccassassina”.

Per tutti i giorni del Festival, Valerio Gatto Bonanni, da cantastorie contemporaneo, con il suo “Pulmino Fiat Theatre” girerà nelle frazioni e negli altri paesi della provincia, per annunciare l’evento e proporre il suo spettacolo per cinque spettatori per volta. Concluderà il Festival il concerto-workshop del gruppo romagnolo Aidoru, con la partecipazione di musicisti da tutta Italia (è previsto un seminario, tel. 338 2871854).

Quest’anno il festival avrà due novità: la presentazione dei libri degli attori-scrittori e l’esposizione di opere di artisti contemporanei nelle case-teatro. La sezione “A merenda con l’autore” vedrà incontri con gli attori-autori in luoghi non convenzionali: lo spazio di modernariato e vintage Ex merceria, l’azienda agricola Orsa Maggiore e il loclocale Franchino Garage.

Contatti:
Associazione culturale Creature Creative 0564 628005
Elena Guerrini (direzione artistica) 338 2871854
Donatella Borghesi (ufficio stampa) 335 7735703
Eugenio Maria Longo (organizzazione) 349 5256246
www.avegliateatroabaratto.blogspot.com

Programma del Festival

12 settembre

ore 21:
Presentazione ufficiale in piazza della Rampa a Manciano della quinta edizione
del Festival a Veglia in forma di performance:
VALERIO GATTO BONANNI , “Pulmino Fiat Theatre”, per cinque spettatori alla volta
ELENA GUERRINI, “Racconti delle grandezze” di Mariangela Gualtieri

13 settembre

Merenda con l’autore, ore 18:
MONI OVADIA presenta “Il popolo dell’esilio”, Editori Riuniti, al Franchino Garage,
Poderi di Montemerano
Ore 21,30:
MONI OVADIA, “Veglia di un meticcio avventizio”, a casa di Gianluca Detti,
Poderi di Montemerano

14 settembre

Merenda con l’autore, ore 18:
RENATO PALAZZI presenta Kantor, la materia e l’anima”, Titivillus edizioni,
alla Ex Merceria, via Madoni 7, Manciano
ore 21,30:
RENATO PALAZZI, con FLAVIO AMBROSINI, “Goethe schiatta”, a casa di Gianmarco
Serra, Località Spinicci, Marsiliana

15 settembre

Merenda con l’autore, ore 18:
GIULIANO SCABIA presenta “Marco Cavallo. Da un ospedale psichiatrico la vera storia
che ha cambiato il modo di essere del teatro e della cura”, edizioni Alphabeta,
al Fischiotto, azienda agricola Orsa Maggiore, S.S. 74, km 37,00, Manciano
ore 21,30:
GIULIANO SCABIA, “All’improvviso”, a casa di Alessia e Marco Morini,
via F. Cavallotti 18, Manciano

16 settembre

ore 21,30:
FIORENZA MENNI, “Civile”, a casa di Elena Mazzieri, via XX Settembre 97, Manciano

17 settembre

Merenda con l’autore, ore 18:
VLADIMIR LUXURIA presenta “Eldorado”, Bompiani, alla Ex Merceria,
via Madoni 7, Manciano
ore 21,30:
VLADIMIR LUXURIA, “Una presenza inquietante”, a casa di Aldo e Mietta Cavoli, via Costa della Società 5, Manciano

18 settembre

ore 18:
Concerto di chiusura con AIDORU e i musicisti partecipanti al laboratorio:
“Sounds Suoni vs Landscapes Paesaggi”, al Laghetto dei Maggiolini, Località La Stellata, Manciano