Home » Articoli & News » Il miglior libro per… Vladimir Luxuria

Il miglior libro per… Vladimir Luxuria

Fonte: ultimariga.it

Personaggio poliedrico, è infatti attrice, attivista, politica, conduttrice televisiva, scrittrice e autrice teatrale italiana. È stata deputata della xv Legislatura, durante il Governo Prodi e la prima persona transgender ad essere eletta al parlamento di uno Stato europeo. Parlando con Vladimir Luxuria scopriamo che ama, adora leggere, passione che ha alimentato la sua raffinata cultura.

Com’è il suo rapporto con la lettura?
Grazie alla lettura i miei viaggi non sono mai noiosi, soprattutto in treno riempio il tempo grazie ai libri

In quale  circostanza particolare o periodo della sua vita ha capito di amare la lettura?
Da sempre direi, almeno da quando ho imparato a leggere. Prima libri più semplici e man ma no…

Che ricordi ha legati ai libri o alla lettura?
Tutti ricordi piacevoli, sia libri “obbligati” per i miei studi sia quelli scelti liberamente, per non tralasciare quelli scritti dalle persone che conosco.

Quando preferisce leggere e dove?
In movimento, treno, aereo, bus… ho la sensazione di raddoppiare il viaggio. Però anche a letto, prima di dormire…

C’è un personaggio di un libro a cui è particolarmente legata?
Orlando di Virginia Wolf, per la sua dinamica identità di genere.

Quale genere preferisce?
Le biografie dichiarate o traslate nel racconto di un personaggio che è lo stesso autore, soprattutto nella parte dell’infanzia.

Il suo libro preferito?
Uno degli ultimi letti “Dove nessuno ti troverà” di Alicia Giménez-Bartlett. La storia di una “intersessuata” che vive raminga come pastora in Spagna ai tempi della Resistenza. Scritto bene, emozionante.

Il suo autore preferito?
Nella vertigine della scelta, decido Pedro Lemebel dal Cile

Il libro che attualmente sta leggendo..
Un libro bellissimo di un mio amico, “Ichnusa” di Bert d’Arragon.

Lettura e italiani: leggono abbastanza a suo giudizio?
No, l’Italia è messa male rispetto agli altri paesi occidentali.

Può sembrar retorica, ma i giovani d’oggi a suo giudizio leggono abbastanza?
Putroppo no. E’ per la velocità, i social netwok, la frammentazione del pensiero.

ebook o libro cartaceo. lei cosa preferisce?
Libro cartaceo senza dubbio. Devo toccare.

Il libro che una donna dovrebbe leggere almeno una volta nella vita…
“I monologhi della vagina” di Eve Ensler.

Un libro che, invece, proprio non ha sopportato…
Tutti i libri tecnici di istruzioni per l’uso.