Home » Movimenti & Iniziative » FOTO: Vladi alle Tremiti inaugura la targa alla memoria degli omosessuali al confino

FOTO: Vladi alle Tremiti inaugura la targa alla memoria degli omosessuali al confino

Lo scorso 8 giugno presso l’Isola di San Domino alle Tremiti si è tenuta la commemorazione delle deportazioni fasciste operate ai danni degli omosessuali.
Luxuria, organizzatrice assieme alel associazioni LBGT italiane era presenta alla deposizione di una Targa della Memoria.

Sulla pagina facebook ufficiale c’è anche una breve intervista a Vladi:

D. Perché hai deciso di promuovere questa iniziativa?
R. Credo che sia innanzitutto un dovere storico testimoniare con un segno sulle Isole Tremiti che lì sono stati obbligati a essere confinati centinaia di omosessuali durante il fascismo, allontanati dalla realtà e segregati.

D. Che ruolo può avere la storia nell’interpretazione degli eventi attuali?
R. Ricordare l’omofobia di ieri serve a conoscere meglio le radici secolari dell’omofobia di oggi, di chi vorrebbe confinarci nell’isolamento sociale e legislativo.

D. Puoi descrivere in poche parole qual è, secondo te, la condizione attuale delle persone LGBT in Italia?
R. Persone che pagano le tasse al 100% ma che non hanno gli stessi diritti degli altri; qualcuno ha deciso che sul treno della vita italiana noi fossimo costretti a viaggiare nel carro bestiame mentre gli eterosessuali possono tranquillamente viaggiare in prima classe.

D. Come supereremo l’omo-lesbo-transfobia nella società attuale?
R. Con una legge che aggravi i crimini di odio motivati dalla voglia di ferire con le botte e le parole gay, lesbiche e trans; non voltarsi dall’altra parte davanti ad una violenza e ad una discriminazione, con una politica di educazione dai mass-media alle scuole per insegnare le buone regole della convivenza civile e inclusiva.