Home » Articoli & News » Voglio essere guidata dal coraggio, non dalla paura

Voglio essere guidata dal coraggio, non dalla paura

«Se smettessi di vestire i colori rainbow queste persone avrebbero vinto»

«Sono disposta ad un secondo arresto pur di sostenere la causa gay. Se non vestissi i colori rainbow solo perché qualcuno mi toglie dalle mani una bandiera significa che queste persone hanno vinto. Io non voglio essere guidata nella mia vita dalla paura, ma voglio essere guidata dal coraggio. Il coraggio che ho sempre avuto nella mia vita.»

Queste le parole pronunciate ai giornalisti da Vladi poco prima di essere fermata per la seconda volta a Sochi, questa volta assieme ai due inviati de Le Iene che la accompagnavano. Luxuria era già entrata nello stadio, dove è stata circondata da polizia e agenti in borghese, portata via in un’auto e abbndonata in campagna assieme ai due inviati de Le Iene.

Domani mattina i tre saranno accompagnati all’aeroporto da funzionari della Farnesina e lasceranno la Russia in quanto persone non gradite. A Roma si è svolta, davanti all’ambasciata russa, una manifestazione a sostegno delle proteste di Luxuria e delle persone lesbiche, gay e trans perseguitate a causa delle leggi omofobe di Putin.

Questo un video del suo arresto

Questo invece il racconto di Vladi a Radio Capital