Putin

Stai sfogliando l'archivio degli articoli con il tag : putin.

Vladimir Luxuria a Trieste contro l’omofobia in Russia

Vladimir Luxuria a Trieste contro l’omofobia in Russia

Martedì 26 novembre alle 11.00 in Piazza Ponterosso, nel bel mezzo di una Trieste blindatissima per il vertice intergovernativo italio-russo, le associazioni Arcigay Arcilesbica Fvg, Certi diritti, Iris, Uaar e Jotassassina esibiranno una bandiera arcobaleno di 100 metri quadrati, per contestare le leggi omofobe varate da Mosca.

Bora Bora spazza via Putin e l'omofobia

Bora Bora spazza via Putin e l’omofobia

Putin ha voluto una legge che criminalizza parlare di omosessualita’. Invece bisogna parlarne: non si diffonde la omosessualita’ parlandone, si puo’ e si deve diffondere la cultura del rispetto, urgente soprattutto in luoghi come la Russia dove avvengono inaudite e impunite violenze, spesso verso adolescenti indifesi. Non si e’ piu’ virili di altri per una cintura nera, chi invece crede nella pacifica convivenza ha la medaglia di vero uomo.

Putin a Trieste, Arcigay e Arcilesbica scendono in piazza con Vladimir Luxuria

Putin a Trieste, Arcigay e Arcilesbica scendono in piazza con Vladimir Luxuria

Martedì 26 novembre dalle 11 in piazza Sant’Antonio, fontana di Ponterosso, a Trieste in occasione dell’incontro tra il presidente russo Putin e il premier italiano Letta. E a sorpresa: madrina della manifestazione triestina sarà VLADIMIR LUXURIA

Russia/LGBTI: Dodici Domande Da Fare A Putin

Russia/LGBTI: Dodici Domande Da Fare A Putin

Si è svolto ieri a Trieste il convegno “I diritti umani nella Federazione russa di Putin”, dove attivisti russi, organizzazioni non governative italiane e internazionali, docenti universitari e funzionari europei hanno fatto il punto sulla grave situazione russa e su come aiutare i cittadini della Federazione a difendere i propri diritti umani.

Caro Putin, annulli la legge contro l'omosessualità

Caro Putin, annulli la legge contro l’omosessualità

Un appello dall’Italia perché la Russia cancelli la discussa legge omofoba. Centinaia di firme, da Alessandro Gassman a Dacia Marainid da Nichi Vendola a Vladimir Luxuria.